L’idea dei Borghi DiVini nasce dalla volontà di approfondire la conoscenza del vino e dall’idea che esso acquisti maggior valore se collegato con le tradizioni e la cultura di un luogo.
Per questo, oltre alla presenza di diverse realtà che operano nel mondo della viticultura, ci sarà modo di dar vita anche a visite guidate all’interno del centro storico di Albano Laziale.
All’interno della piazza le postazioni saranno dedicate a diversi aspetti delle manifestazioni vitivinicole, dal far degustare al visitatore i vini esposti, al fornire, da parte di sommelier e assaggiatori, più notizie possibili sulle caratteristiche del prodotto e sul percorso seguito per ottenerlo. Non solo degustazione ma soprattutto lezioni sulla cultura del vino.
E’ prevista la presenza di postazioni riservate ai libri, gestite dalle librerie del territorio, ovviamente ai testi dedicati a tutte le possibili produzioni editoriali dedicate all’argomento vino.
Le altre presenze, quelle che daranno vita a queste serate d’incontro con la cultura e con il vino saranno:

- Sommelier che forniranno degustazioni guidate su banchi di assaggio tematici, riscoprendo sensi spesso assopiti, nell’intento di vivere un’esperienza sensoriale coinvolgente che porrà l’accento su aneddoti, storie e uomini che hanno plasmato il nostro attuale modo di bere e concepire il vino.

- Studiosi dei beni culturali del territorio, impegnati a condurre i visitatori alla scoperta del patrimonio storico artistico di Albano Laziale, attraverso i vicoli del centro urbano.

- Operatori del settore, che si faranno portavoce della cultura vitivinicola italiana. Un viaggio che parte dalla terra e arriva al bicchiere passando per le tecniche di coltivazione e vinificazione e le varie filosofie che ogni azienda trasferisce a propri prodotti (dal biologico al biodinamico) fino ad arrivare alle eccellenze che oggi ci rappresentano nel mondo.

- Il Museo diffuso del Vino, inaugurato nel 2000 il museo è dedicato a tutti i processi della filiera del vino: dalla coltivazione della vite alla raccolta dell’uva, dalla vinificazione alle fasi di imbottigliamento e vendita del prodotto finito, fornendo, al contempo, alcuni spaccati sui mestieri tradizionali che ruotavano intorno alla produzione e vendita del prodotto, nelle sezioni dedicate al mastro bottaio e al carrettiere a vino dei Castelli Romani.

- L'ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino), sorta in Asti nel 1951 per iniziativa della Camera di Commercio di Asti e per volontà di personalità eminenti del mondo vinicolo del tempo. Dal 2015 ONAV è fondatore di CoNVi, la Consulta Nazionale del Vino Italiano che unisce le più importanti e rappresentative associazioni del mondo vino come Slow Food, Associazione Italiana Sommelier, Federazione Sommelier Albergatori e Ristori, Donne del Vino, Federazione Vignaioli Indipendenti ecc.).

© Borghi DiVini
info@borghidivini.it - +39 333 9999 883